La traduzione cinese di marchi ben noti equivale a cyber-squatting

CAC caso n. 101931 – nuohua.com

In una recente decisione dinanzi al tribunale arbitrale ceco, Novartis ha denunciato la registrazione e l’uso della traslitterazione cinese (pinyin) del suo noto marchio NOUHUA come nome di dominio .com.

Roberto Manno, in qualità di unico arbitro, ha deciso che il nome a dominio è stato registrato e utilizzato in malafede secondo la giurisprudenza consolidata dell’UDRP. Inoltre, il proprietario del DN ha provato a vendere il nome a dominio per 1 milione di dollari.

Clicca qui per leggere la decisione del CAC.

 

WordPress Video Lightbox
Cerca