EPO

12/12/2017- Epo: nuovo studio sulla crescita delle domande di brevetto europeo per le applicazioni della quarta rivoluzione industriale

 

Secondo questo studio, realizzato dall’Ufficio Europeo dei Brevetti (www.epo.org) in collaborazione con Handelsblatt Research Institute (http://research.handelsblatt.com/de/), le domande di brevetti europei relative agli oggetti c.d. smart  hanno avuto negli ultimi 3 anni un tasso di crescita del 54%, di gran lunga superiore a quello registrato nello stesso periodo dall’insieme dei brevetti europei (+7.65%).

A fine 2016 le domande di brevetti collegate agli smart object erano 48.000 e riguardavano 3 settori tecnologici rilevanti: tecnologie ICT di base (connettività, hardware e software); tecnologie abilitanti come l’intelligenza artificiale, le interfacce utente e i sistemi 3D; applicazioni delle suddette tecnologie nei diversi settori (trasporti, domotica, ecc.). La maggior parte delle invenzioni depositate riguarda il primo e il terzo di questi ambiti, ma la crescita maggiore si è avuta nell’ambito delle tecnologie abilitanti. Europa, USA e Giappone sono le tre aree da cui provengono la maggior parte delle domande, ma le invenzioni provenienti da Repubblica di Corea e Cina registrano il più alto tasso di crescita del periodo.

Studio e sintesi dei risultati sono disponibili al seguente indirizzo:

 

Fonte:http://www.uibm.gov.it/index.php/i-marchi-50/media-e-comunicazione-dirgen/news-dir-gen/2008429-12-12-2017-epo-nuovo-studio-sulla-crescita-delle-domande-di-brevetto-europeo-per-le-applicazioni-della-quarta-rivoluzione-industriale
Author:

WordPress Video Lightbox
Cerca